CORSO DI ASTRONOMIA PER CIECHI E IPOVEDENTI

L’associazione ALSA mi ha incaricato di organizzare un Corso di Astronomia di Base per ciechi e ipovedenti.

Da qualche mese sto lavorando su due fronti: la linea degli argomenti inserita in una videopresentazione che sarà utile come traccia e contenuti degli argomenti da illustrare ai partecipanti, ed una serie molto corposa di strumenti e tavole didattiche tattili sulle quali i non vedenti "vedranno" con le mani i fenomeni astronomici come noi li vediamo su qualunque immagine.

Il corso prevede anche una fase finale co la descrizione dello sbarco sulla Luna con supporti appositamente realizzati.

Gli strumenti sono in corso di realizzazione e le tavole sono in corso di elaborazione e stampa; quelli già pronti potete vederli nella Galleria delle immagini.

Segnalo come particolarmente importante la Meridiana Analemmatica che ha una caratteristica molto particolare: per rendere i ciechi autonomi in merito alla collocazione del piano dell'orologio solare, un sofisticato microcomputer dotato di bussola, giroscopio e di un dispositivo acustico fissati al piano dell’orologio, supporterà l'operatore a livellare perfettamente sui piani Est-Ovest e Nord-Sud la superficie dell'orologio.

Lo stesso apparato segnalerà acusticamente l'orientamento corretto dell'orologio solare verso il Polo Nord magnetico. Lo gnomone, tattile e mobile, potrà essere collocato sul mese desiderato, ed un sostegno (dotato di una pallina da pin-pong che rappresenta il Sole) sarà orientato in modo da poter "leggere" (sempre autonomamente da parte dell'operatore non vedente) la direzione dell'ombra e quindi leggere l'orario indicato dall'orologio solare.

La parte elettronica e la stesura del software sono stati realizzata dal Prof. Andrea Parodi, insegnante  dell'Istituto Tecnico Industriale Statale di Livorno .

Il risultato finale sarà messo gratuitamente a disposizione di qualunque associazione di astrofili che vorrà utilizzarlo per lo stesso fine.

Per la realizzazione di questo progetto ALSA ha partecipato ad un bando della Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno, che l’11 Dicembre 2017 ci ha concesso un contributo di 3.000 Euro (il punto 4 del progetto è stato eliminato dalla richiesta perché il prodotto non è ancora disponibile sul mercato).

Per chiarimenti in merito ad eventuali dettagli del progetto, contattatemi senza esitare al mio indirizzo email.

​

VAI ALLA GALLERIA IMMAGINI DEI SUPPORTI TATTILI